Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Presenze Radio Tv » Franco Grillini: Civis da rottamare, lo hanno capito tutti.
A+ R A-
20 Apr

Franco Grillini: Civis da rottamare, lo hanno capito tutti.

Franco Grillini: Civis da rottamare, lo hanno capito tutti. Ora stop alle polemiche, servono proposte per la mobilità che guardino ai prossimi cinquant’anni.


 

Bologna, 20 aprile 2011 - «Se non la si smette con le polemiche, succederà che il Civis ci condurrà alla tomba»: è questo il commento di Franco Grillini, capolista Idv per il consiglio comunale di Bologna, alla nuova querelle riesplosa attorno al mezzo voluto da Giorgio Guazzaloca, proseguito dalle giunte Cofferati e Delbono e dalla commissario Cancellieri.
«Sarebbe l’ora di mettere un punto a polemiche che non aggiungono nulla a quanto già si sa su quest’opera e su quei mezzi. In tempi non sospetti, lo scorso anno ho manifestato contro l’apertura dei cantieri del Civis in via San Vitale, coerente con quanto avevo sostenuto ai tempi di Guazzaloca sindaco. Ma non si tratta di mettere o togliere medagliette: il Civis è da rottamare, l’hanno capito tutti; quel che serve ora è cercare di parare i colpi sul versante delle penali, trovare un accordo con le aziende con le quali sono stati firmati dei contratti. La nuova amministrazione ha di fronte a sé il compito di ridisegnare la mobilità di Bologna, integrandola con le reti dell’area metropolitana e della regione. Guardando ai prossimi cinquant’anni, non alle convenienze di piccolo cabotaggio».
Alcuni assi strategici sono già stati indviduati, il più importante dei quali è costituito dal Servizio ferroviario metropolitano, «che – sottolinea Grillini – va rafforzato in ogni modo dirottando su di esso i fondi stanziati per il metrò, anch’esso di guazzalochiana memoria».
Per tutto il resto, anche per il People Mover, «occorre poter ragionare a bocce ferme. Le opere infrastrutturali vanno progettate se ci sono le risorse, se sono integrabili tra loro, se effettivamente servono, se sono accessibili a tutte e a tutti, se aggiungono valore alla salubrità dell’ambiente urbano. I bolognesi sono stufi di annunci di opere da realizzare senza che ci siano le risorse, senza date di inizio o di fine dei lavori».

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required