Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Comunicati Stampa » Pride, 45° anniversario della rivolta di Stonewall che ha cambiato il mondo con i colori dell'arcobaleno
A+ R A-
27 Jun

Pride, 45° anniversario della rivolta di Stonewall che ha cambiato il mondo con i colori dell'arcobaleno

45 anni fa, il 28 giugno del 1969,  la polizia irruppe allo Stonewall Inn, un bar di New York al Greenwic Village, quartiere molto gayfriendly. Arcistufi delle angherie della polizia scatta la prima grande rivolta della collettività lgbt della storia moderna e, come disse il poeta Allen Ginsberg, l'omosessualità perse il suo sguardo ferito.

Quest'anno in Italia si celebra il pride in 10 città contemporaneamente con "l'Onda pride": Alghero, Bologna, Catania, Lecce, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Torino, Venezia dopo Roma e prima di Siracusa.

Sono 45 anni che hanno cambiato il mondo con la conquista delle leggi sui diritti civili egualitari come il matrimonio per le coppie dello stesso sesso in vigore in moltissimi stati. Ma lo hanno cambiato soprattutto dal punto di vieta sociale consentendo a milioni di persone lgbt di vivere alla luce del sole la propria identità. Come dice l'Istat solo in Italia vivono piu di un milione di persone lgbt "dichiarate" e. aggiungiamo noi, altre 5 milioni che ancora non hanno avuto la possibilità di fare il "coming out".

Mercoledì prossimo alla regione Emilia Romagna presenterò la proposta di legge "contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere" proponendo a tutti i partiti di sottoscriverla. Si tratta di una iniziativa particolarmente urgente se si considera che l'omofobia è ormai una grande emergenza nazionale. L'atro ieri abbiamo avuto a Roma l'ennesimo episodio di odio omofobico con la vigliacca aggressione al circolo romano DI' Gay Project a cui va tutta la nostra solidarietà e vicinanza.

A Bologna bene ha fatto l'amministrazione comunale ad individuare nel welfare un nuovo campo di impegno per la collettività lgbt, mentre a Roma rimangono da discutere e votare in Parlamento le leggi contro l'omofobia e il matrimonio egualitario. Dal pride di Bologna e delle altre città verrà una spinta decisiva al Parlamento  perchè l'Italia si metta al passo con l'Europa sui diritti e sulle libertà.

Franco Grillini

Presidente Gaynet Italia

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required