Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Rassegna stampa » Cannabis farmaceutica: arriva in commissione E-R, e' polemica. Udc e Pd criticano relatore Grillini,'parla di coltivare piante'
A+ R A-
23 Jun

Cannabis farmaceutica: arriva in commissione E-R, e' polemica. Udc e Pd criticano relatore Grillini,'parla di coltivare piante'

BOLOGNA, 23 GIU - L'obiettivo e' "rendere disponibile ai pazienti un farmaco a costo piu' basso e nel minor tempo possibile", attraverso "un accordo con l'Istituto farmacologico militare e il Centro superiore di ricerca di Rovigo per la fornitura del principio attivo, cosi' da evitare gli ordini all'estero, che allungano i tempi e aumentano i costi". Sono le linee guida del progetto di legge sottoscritto a larga maggioranza da Pd, Fds, Sel-Verdi, Idv, M5s, LibDem e Favia "per l'erogazione di farmaci a base di cannabinoidi per finalita' terapeutiche nell'ambito del Servizio sanitario regionale".

Il relatore Franco Grillini (LibDem) l'ha presentato alla commissione regionale Salute e politiche sociali, presieduta da Monica Donini: "Gia' dieci Regioni italiane, di ogni colore politico, hanno normato la materia, che riguarda unicamente i farmaci, non e' affatto una discussione ideologica sul proibizionismo e l'antiproibizionismo".

Non e' della stessa opinione Silvia Noe' (Udc): "E' giusto trovare modalita' e sostanze per alleviare il dolore alle persone malate, ma attenzione a non confondersi con discussioni preconcette e sterili che fanno smarrire questo giusto obiettivo. Grillini, invece di concentrarsi sull'obiettivo che propone la rimborsabilita' dei farmaci, quando prescritti, ha spostato il dibattito su temi non pertinenti, come la produzione e la coltivazione di piante di cannabis. Ancora una volta, dunque, ha prevalso l'ideologia, pregiudicando un confronto laico e costruttivo. Auspico che dalla prossima seduta si rientri in carreggiata altrimenti e' tempo perso". Per Noe', inoltre, "manca ancora una specifica sulla non cedibilita' a terzi del prodotto". Anche secondo Marco Barbieri (Pd) "ci sono molti elementi che lasciano perplessi, c'e' troppa enfasi sull'autarchia farmacologica e sull'approvvigionamento, non vorrei che l'idea di fondo, piu' o meno esplicita, fosse voler permettere la coltivazione di cannabis in Italia". Gian Guido Naldi (Sel-Verdi), partendo da una "esperienza personale, o per meglio dire familiare, che mi ha mostrato l'importanza dell'utilizzo dei farmaci cannabinoidi per alleviare il dolore durante i cicli di chemioterapia", ha tacciato questi interventi come  "considerazioni ipocrite e ideologiche". Andrea Pollastri (Fi-Pdl) ha chiesto chiarimenti sulla situazione nelle Regioni italiane che hanno gia' adottato leggi analoghe e sulla legislatura dei Paesi europei confinanti con l'Italia. (ANSA).

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required