Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Comunicati Stampa » Comunione e Liberazione restituisce alla Regione 90 Mila Euro anche grazie alle mie sui fondi indebitamente percepiti
A+ R A-
27 May

Comunione e Liberazione restituisce alla Regione 90 Mila Euro anche grazie alle mie sui fondi indebitamente percepiti

“Sono veramente soddisfatto per la risposta della Vicepresidente Simonetta Saliera. E’ proprio il caso di dire che mai una interrogazione ha avuto un impatto così forte e così produttivo.” Queste le prime parole del consigliere Franco Grillini (Gruppo Misto-LibDem) dopo aver ascoltato la replica alle domande poste sui contributi indebitamente percepiti dalla Fondazione Meeting, braccio operativo di Comunione e Liberazione. Nell’interrogazione depositata lo scorso 6 marzo, e che faceva seguito ad una serie di quesiti sulla partecipazione della Regione Emilia Romagna al Meeting, Grillini denunciava pubblicamente quanto già ipotizzato dalla Procura della Repubblica di Rimini: la falsificazione dolosa dei documenti contabili. Il consigliere LibDem, indagando sulle somme dei contributi erogati negli ultimi anni, metteva in evidenza i 50 Mila Euro concessi nel 2009 e un’eguale cifra per l’anno 2010 (periodo oggetto dell’inchiesta della magistratura riminese). I contributi provenienti dalla Regione e destinati a Comunione e Liberazione terminavano con un’erogazione di 30 Mila Euro nell’anno 2011. “A fronte del fiume di denaro erogato – conclude il consigliere LibDem – ho chiesto a più riprese conto per tali interventi che, nel periodo dal 2002 al 2011, hanno visto la Regione sborsare oltre mezzo Milione di Euro alla Fondazione Meeting. Nel momento in cui si è formalizzata un’inchiesta su reati così gravi ho poi ritenuto giusto esortare la Giunta a costituirsi parte lesa in un’inchiesta di questa portata e delicatezza.” Il consigliere Grillini, infine, considera doverosa la restituzione dei contributi provenienti dalla Regione Emilia Romagna, ma auspica che l’inchiesta della Procura di Rimini possa procedere con la massima forza e velocità per accertare ogni ulteriore profilo penale.

Bologna, 27 maggio 2014

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required