Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Comunicati Stampa » Matrimoni gay, a Grosseto, complimenti al sindaco che ha deciso di non opporsi alla trascrizione, ora anche altri sindaci trascrivano senza bisogno dei tribunali e in parlamento corsia preferenziale per i matrimoni gay
A+ R A-
10 Apr

Matrimoni gay, a Grosseto, complimenti al sindaco che ha deciso di non opporsi alla trascrizione, ora anche altri sindaci trascrivano senza bisogno dei tribunali e in parlamento corsia preferenziale per i matrimoni gay

La decisione del sindaco di Grosseto di non fare opposizione all'ordinanza del tribunale sulla trascrizione del matrimonio gay è un fatto molto positivo parchè dimostra la sensibilità dell'Amministrazione Comunale e la consapevolezza che non si può stare farmi sulla legislazione nazionale.

L'ordinanza del tribunale infatti è decisamente storica perchè si tratta della prima volta che viene emessa una ordinanza sulla trascrizione di un matrimonio gay essendo andati finora a vuoto molti altri tentativi del genere che, anzi, erano stati rigettati dai vari tribunali in varie istanze di primo, secondo grado.

Mentre al terzo grado, Corte Costituzionale e Corte di Cassazione si era sì avuto il rigetto, ma entrambe le corti in due sentenze emesse ad un anno una dall'altra avevano sottolineato che il Parlamento italiano era perfettamente legittima a legiferare sul matrimonio anche per le coppie omosessuali. La Cassazione aveva persino scritto che è "radicalmente superato il requisito delle differenza di sesso per contrarre matrimonio", lo stesso concetto che ha usato il tribunale di Grosseto.

Ora non ci sono più scuse perché anche altri sindaci decidano di trascrivere i matrimoni gay nei registri di stato civile dei propri comuni rivedendo magari decisioni contrarie già prese in passato e accettino le nuove richieste senza passare per una decisone dei tribunali.

Va da sé che il sindaco di Grosseto ha perfettamente raigone quando sollecita il Parlamento a legiferare in materia e, diciamo noi, a darsi una mossa perchè ormai la lentezza nell'esame delle norme è ormai insopportabile.

Dopo Grosseto infatti occorre una corsia preferenziale in Senato e alla Camera per riconoscere rapidamente i diritti delle coppie omosessuali e proprio per questo esprimiamo gratitudine e felicitazioni alla coppia gay di Grosseto protagonista di questa battaglia.

Franco Grillini

Presidente Gaynet Italia

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required