Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Comunicati Stampa » Roccella Pagano contro la campagna sulle discriminazioni? E i 3500 insegnanti di religione cattolica?
A+ R A-
28 Mar

Roccella Pagano contro la campagna sulle discriminazioni? E i 3500 insegnanti di religione cattolica?

Visto che ben 45 parlamentari di orientamento clericale (da notare che l'attuale papa si è definito anticlericale...) hanno fatto una conferenza stampa stamattina capitanata da Roccella e Pagano (che contraddizione tra il nome e l'omen...) contro alcuni inoffensivi libretti che parlano di lotta all'omofobia  proponendo addirittura la loro espulsione dalle attività di formazione professionale degli insegnati, si chiarisce fino in fondo qual'era la loro campagna per la "libertà di espressione" dei clericali a proposito della legge contro l'omofobia: ovvero la libertà di togliere agli altri la libertà di parola.

Non si sa bene per quale motivo i fanatici clericali si sentano proprietari della scuola pubblica che dovrebbe, in quanto pubblica, essere prima di tutto laica ovvero non confessionale.

Soprattutto non si capisce con quale faccia di bronzo i cottolico-cleicali si possano lamentare di 3 libretti quando ci sono 3500 insegnanti di religione romano cattolica che ogni giorno ne dicono di ogni contro le donne e gli omosessuali in modo totalmente privo di controllo.

Noi chiediamo infatti da tempo che venga abolita questa forma di indottrinamento improprio pagato con i soldi dello stato. Un lavaggio del cervello continuo e ripetuto che costa 3 miliardi all'anno allo stato e che non ha alcuna funzione educativa se non quella dell'improprio proselitismo religioso.

La scuola deve formare la capacità critica degli studenti parlando liberamente della realtà dei fatti, realtà di cui fanno parte a pieno titolo le persone lgbt.

La smettano i Roccella e i Pagani di parlare in modo ridicolo di campi di rieducazione, di indottrinamento, di ideologie bolsceviche perche la prima gallina che canta ha fatto l'uovo e cioè sono proprio loro che pretendono di possedere la verità, di mettere veti e divieti, di pensare di essere proprietari della scuola pubblica.

Si faccia quindi senza indugio la campagna contro le discriminazioni lgbt nelle scuole e il governo mostri un minimo di dignità e ignori le pretese dei fanatici religiosi. Non si può incontrare Obama di giorno dicendo di volerne imitare l'opera e poi di notte dare retta ai Mullah di casa nostra, vera piaga di un'Italia bigotta e bacchettona.

 

Franco Grillini

Presidente nazionale Gayent

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required