Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Rassegna stampa » Nuovo affondo del cardinale sulle nozze gay Ira del Cassero e Grillini
A+ R A-
15 Feb

Nuovo affondo del cardinale sulle nozze gay Ira del Cassero e Grillini

«Il matrimonio? Sta attraversando il deserto del non riconoscimento». Parola del cardinale di Bologna Carlo Caffarra, che punta il dito contro lo smarrimento vissuto da uomini e donne che sempre più spesso «perdono coscienza della verità della loro femminilità e mascolinità». Immediata, e durissima, la replica di Arcigay. A scatenare la reazione, le parole pronunciate dal cardinale nella basilica di Terni, nel giorno di San Valentino (a cui è intitolata la chiesa umbra). Caffarra si dice preoccupato perché la società «fatica a percepire la bellezza» dell'amore coniugale. I sintomi della crisi, secondo il cardinale, sono due: «Il calo dei matrimoni e la progressiva equiparazione della comunità coniugale ad aggregati di individui legati fra loro da affetti privati». Ancora più esplicito il passaggio successivo: «Questo deserto porta l'uomo e la donna a perdere coscienza della verità della loro femminilità e mascolinità». Caffarra invita le coppie a seguire l'esempio dei martiri: «Non piegatevi ai potenti mezzi della produzione del consenso, orientati a mascherare la verità sull'uomo e sulla donna». Durissima la replica di Vincenzo Branà, presidente del circolo Lgbt Il Cassero: «Caffarra ha tumulato l'amore in un voto di castità e con ogni probabilitá non ha mai festeggiato San Valentino. Il suo livore racconta la malinconia di chi non ha mai ricevuto nè inviato una lettera d'amore». Mentre il consigliere regionale Franco Grillini, presidente di LibDem, ex leader Arcigay: «Per Caffarra se il matrimonio è in crisi è colpa di gay e lesbiche, non lo sfiora il dubbio che la gente non si sposa perché è impossibile mettere su casa». Nel frattempo, il sindaco di Bologna Virginio Merola, in risposta a una polemica della Lega, difende il ciclo di letture proposto dal Comune ai bambini fino ai 10 anni (e alle loro famiglie) che prevede anche il libro «E con Tango siamo in tre» incentrato sulla storia vera di «due pinguini maschi dello zoo di New York che hanno adottato un uovo». È «intenzione dell'amministrazione dice il sindaco favorire iniziative che contrastano la discriminazione». Pierpaolo Velonà

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required