Franco Grillini un impegno per i diritti e le libertà

LoginRegister
Home » RSS PRINCIPALE » Comunicati Stampa » Grillini (Gaynet), omofobia, sbagliato rinviare a settembre il voto alla Camera, rischio stravolgimento intera legge Mancino
A+ R A-
07 Aug

Grillini (Gaynet), omofobia, sbagliato rinviare a settembre il voto alla Camera, rischio stravolgimento intera legge Mancino

E' profondamente sbagliata la decisione di rinviare a settembre il voto sul PDL contro l'omofobia perchè si poteva discutere e approvare già questa settimana vista la disponibilità di alcuni gruppi politici, tra cui l'M5S, ad estendere i lavori fino a venerdì.

Si è quindi ceduto a chi chiedeva di far slittare la legge per una "pausa di riflessione" che in realtà dura da 20 anni cioè dal quel 1993 quando, per volere dell'allora DC, non si inserì tra le aree tutelate dalla legge Mancino anche l'orientamento sessuale e l'identità di genere limitandosi ad un inefficace ordine del giorno.

In realtà si vuole un altro mese per portare avanti l'isterica campagna sull'inesistente pericolo per la libertà di opinione, campagna pelosa visto che chi la conduce non si è mai preoccupato più di tanto della questione prima d'ora.

Ma in Parlamento, a differenza del passato, esistono ben due maggioranze disponibili per l'estensione della Mancino: quella dei relatori e quella trasversale che aveva sottoscritto il testo originario elaborato dalla Rete Lenford, l'avvocatura Lgbt, che poi era anche quello condiviso da larga parte dell'associazionismo lgbt, Gaynet compresa.

Non si capisce quindi la ratio del rinvio se non quella di trovare una "mediazione" che non disturbi la "strana", e -aggiungiamo noi- traballante maggioranza. La mediazione consisterebbe in una modifica generale della Mancino che solleverebbe il clero dall'obbligo di osservarne i dettami. Si introdurrebbe quindi non solo la "modica quantità di omofobia" consentita ma addirittura una modica quantità di antisemitismo e di razzismo tollerabile. Saremmo quindi di fronte ad un radicale stravolgimento della legge Mancino-Reale che da strumento di tutela di alcune minoranze discriminate diverrebbe strumento di legittimazione dell'odio, sia pure attenuato, verso i diversi.

Siamo di fronte, come si vede, ad una pura follia e come Gaynet speriamo proprio che l'estate porti consiglio soprattutto a sinistra e in autunno, quando ci saranno i tempi contingentati (conseguenza tecnica del rinvio) non si arrivi allo stravolgimento della Mancino ma all'approvazione di un testo utile contro i crimini dell'odio omofobico e transfobico.

 

Franco Grillini

Presidente Gaynet Italia

Scegli la categoria degli articoli per visualizzarli

Login

Register

*
*
*
*
*

* Field is required